UNCONVENTIONAL STYLE

29/06/2018

 

Cosa hanno in comune la gallerista Rossana Orlandi, la fashion icon Iris Apfel e l’istrionica Pat Cleveland? Uno stile non convenzionale e un’allure unica, come la moda di Cipessa Prin.

 
DSC_3805.jpg

 

È uno stile poetico e giocoso, fatto di stampe, colori e rimandi al passato. Ci sono le citazioni della moda degli anni Cinquanta e Settanta, i riferimenti all’arte rinascimentale, le illustrazioni di inizio secolo e le fiabe per i bambini. È un progetto tutto italiano firmato da Janira Medda Loi, immersa nel mondo della moda sin dall’adolescenza.

img-20180627-wa0002.jpg

Janira nasce come modella, poi si afferma come consulente di stile e infine designer e imprenditrice con il marchio Cipessa Prin. Riusciamo a parlarci al volo, mai per più di una manciata di minuti ogni volta. È presissima con il lancio della collezione estiva 2018 del marchio e con l’apertura di una nuova boutique in Costa Smeralda.

Cipessa Prin è il suo progetto più ardito. Il marchio vede la luce nel 2017, una sorta di manifesto autobiografico, la somma di tutte le passioni di Janira, anima poliedrica e sfaccettata. Moda, arte, cinema, illustrazione e soprattutto il colore, sono la molla che mette in moto il meccanismo. Il brand nasce così, come la naturale prosecuzione di un cammino iniziato tanti anni prima.

DSC_3490.jpg

In Cipessa Prin Janira mette tutte le sue emozioni, il suo vissuto, la sua incrollabile passione. Non scevra da una certa testarda tenacia, riversa negli abitiimpalpabili e lievi tutta sé stessa. Il colore e le stampe diventano lo specchio dei suoi multiformi desideri, attraverso i quali prendono forma sogni e creature fatate.

I rimandi al Vintage sono sussurrati, perché l’allure Cipessa Prin è in realtà molto contemporaneo. L’accostamento di tessuti e fantasie dalla resa visiva spesso contrapposta è un piccolo omaggio allo stile onirico di Kenzo e Ungaro, un twist di glamour e sofisticato pensato per una donna non banale.